domande sui fisher

Andare in basso

domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Lun Dic 09, 2013 9:22 pm

ciao a tutti..
vi faccio delle domande a cui non ho risposte.. se vi va di rispondere ve ne sono grato.. :) innanzitutto preciso che sono alle prime armi e ho una coppia di rosei..
i fisher sono piu facili da riprodurre rispetto ai rosei?
come alloggio va bene una gabbia da 55?
a livello di alimentazione, va bene la stessa dei rosei?
come nido c'è bisogno delle stesse misure di quello dei rosei (32x15x15) o piu piccolo?
si possono fare coppie sessolegate come nei rosei?
quanto costano orientativamente?

grazie se avete tempo di rispondermi Very Happy
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da Ospite il Mar Dic 10, 2013 11:09 am

dunque...ti rispondo per punti!

1) i fisher sono piu facili da riprodurre rispetto ai rosei?
No, i più facili sono i Roseicollis, in termini di difficoltà crescente seguono i Fischer (sono comunque abbastanza facili da allevare), i Personata (dai personata iniziano le prime difficoltà) poi i Nigrigenis e via dicendo.

2) come alloggio va bene una gabbia da 55?
Per una coppia si ma se li riproduci appena i piccoli involano vanno tolti perchè la gabbia sarebbe troppo affollata e la madre diventerebbe aggressiva. Io allevo in gabbioni da 120 tenendo due coppie per gabbione, quando i piccoli escono dal nido per un pò di tempo li lascio coi genitori e poi li tolgo per metterli in voliere a parte.

3) a livello di alimentazione, va bene la stessa dei rosei?
Ni, il misto semi si ma per avere successo in riproduzione sarebbe meglio fornire una dieta più variegata rispetto ai Roseicollis, posto che sarebbe bene fornirla anche ai Roseicollis malgrado riproducono facilmente anche con una dieta meno varia.

4) come nido c'è bisogno delle stesse misure di quello dei rosei (32x15x15) o piu piccolo?
Come dimensioni sono perfette per i Fischer e Personata, l'ideale sarebbe di mettere un divisorio interno con una camera d'entrata più piccola e una camera di cova più grande.
Per i Roseicollis nidi così grandi vanno bene ma basterebbero anche più piccoli.

5) si possono fare coppie sessolegate come nei rosei?
La risposta è SI ma sono rarissimi in Europa, l'unica mutazione sessolegata nei Fischer è il PALE, una mutazione che rende i colori più chiari. Il problema è che in Italia non esistevano...al momento c'è un solo maschio che ho portato a casa io un mese fa. Quindi fin quando non avrò i primi piccoli (maschi portatori e femmine PALE), l'unica possibilità è quella di andare all'estero a comprarli...ma attenzione perchè costano abbastanza!

5) quanto costano orientativamente?
Il prezzo varia in base alla qualità dei soggetti (taglia, divisione/distribuzione dei colori...) e in base alla mutazione. Tieni presente che, per soggetti NON SESSATI (il sessaggio comporta un aumento del prezzo di una decina d'euri), un Roseicollis Ancestrale costa dai 20 ai 30 euro indicativamente (sempre in base alla qualità), un Fischer Ancestrale lo paghi da un minimo di 25 euro fino anche a 50 euro nei casi di soggetti ben selezionati. Le differenze di prezzo variano enormemente man mano che si prendono in considerazione mutazioni particolari, come i 300/400 euro per un Fischer Diluito (da distinguere dal Pastello, che costa indicativamente tra i 35 e i 50 euro..in Italia si fa ancora molta confusione tra queste due mutazioni), gli 800 euro per un Fischer Bronze Fallow (prezzo fatto da Mudler), fino ai 1500/2000 euro per i Fischer Yellowface.
Si tratta di mutazioni in Italia ASSENTI e estremamente rare in tutta Europa, i prezzi sono da considerarsi come prezzi esteri, quindi il valore di questi uccelli poi aumenterebbe ulteriormente una volta portati in Italia.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Mar Dic 10, 2013 6:58 pm

Mirtillo ha scritto:
1) i fisher sono piu facili da riprodurre rispetto ai rosei?
No, i più facili sono i Roseicollis, in termini di difficoltà crescente seguono i Fischer (sono comunque abbastanza facili da allevare), i Personata (dai personata iniziano le prime difficoltà) poi i Nigrigenis e via dicendo.

sono molto inesperto, posso chiederti per cosa sono difficili i fisher e quali sono le attenzioni da dargli per farli riprodurre?

Mirtillo ha scritto:
2) come alloggio va bene una gabbia da 55?
Per una coppia si ma se li riproduci appena i piccoli involano vanno tolti perchè la gabbia sarebbe troppo affollata e la madre diventerebbe aggressiva. Io allevo in gabbioni da 120 tenendo due coppie per gabbione, quando i piccoli escono dal nido per un pò di tempo li lascio coi genitori e poi li tolgo per metterli in voliere a parte.

io ho una coppia di rosei in una 60 in cova e appena i novelli saranno svezzati li separo dai genitori e i fisher li volevo mettere in una 55 e dividere i novelli dai genitori appena saranno svezzati.. andrebbe bene?

Mirtillo ha scritto:
3) a livello di alimentazione, va bene la stessa dei rosei?
Ni, il misto semi si ma per avere successo in riproduzione sarebbe meglio fornire una dieta più variegata rispetto ai Roseicollis, posto che sarebbe bene fornirla anche ai Roseicollis malgrado riproducono facilmente anche con una dieta meno varia.

in cosa consiste questa dieta piu variegata? cosi vedo di fornirla anche ai miei rosei.. al momento hanno a disposizione come alimentazione il misto per inseparabili e il pastone (che ho fatto io mischiando 1\3 di pastone all'uovo, 1\3 di pastone al biscotto e miele e 1\3 di pastone alla frutta)

Mirtillo ha scritto:
4) come nido c'è bisogno delle stesse misure di quello dei rosei (32x15x15) o piu piccolo?
Come dimensioni sono perfette per i Fischer e Personata, l'ideale sarebbe di mettere un divisorio interno con una camera d'entrata più piccola e una camera di cova più grande.
Per i Roseicollis nidi così grandi vanno bene ma basterebbero anche più piccoli.

il nido l'ho fatto io (quindi esteticamente è 1 po bruttino) con del compensato che avevo con spessore 0.5-1 cm.. in piu ho fatto due camere pero il divisorio tra la camera da cova e quella di ingresso è lungo solo 7cm, non so se mi sono spiegato.. ti posto una foto anche se era prima che lo mettevo quindi con del materiale ancora dentro..
http://img203.imageshack.us/img203/3886/jxnr.jpg
andrebbe bene anche per i fisher questo divisorio o deve necessariamente essere lungo quanto il nido (quindi da lato a lato)?

Mirtillo ha scritto:
5) si possono fare coppie sessolegate come nei rosei?
La risposta è SI ma sono rarissimi in Europa, l'unica mutazione sessolegata nei Fischer è il PALE, una mutazione che rende i colori più chiari. Il problema è che in Italia non esistevano...al momento c'è un solo maschio che ho portato a casa io un mese fa. Quindi fin quando non avrò i primi piccoli (maschi portatori e femmine PALE), l'unica possibilità è quella di andare all'estero a comprarli...ma attenzione perchè costano abbastanza!

io volevo prendere una coppia formata da lutino e ancestrale (che da come ho capito sono anche i meno costosi); nei rosei se il maschio è lutino e la femmina ancestrale si ha una coppia sessolegata.. nei fisher questo non vale in pratica?
si possono accoppiare un ancestrale e un soggetto della serie blu senza avere dei pezzati?
domenica ad una mostra mi avevano offerto una coppia di fisher verde scuro/blu x lutino/blu a 70€ (tutti gli altri fisher nella gabbia erano blu), come prezzo era buono quindi?
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da Ospite il Mar Dic 10, 2013 7:50 pm

Rispetto ai Roseicollis sono meno robusti, (generalmente) necessitano di un nido a due camere imbottito a strati di materiale vegetale fresco per mantenere l'umidità (torba per terrari/acquari reidratata, fieno, rami e foglie di salice, pioppo, nocciolo, foglie di palma...muschio....ovviamente non tutte queste cose in un solo nido...dopo aver messo te la base di torba e fieno, il resto lo fai fare alle femmine dando loro del materiale fresco di quello che ti ho elencato). Inoltre i Roseicollis sono più spavaldi, i Fischer sono già più scontrosi e timidi...i personata ancora peggio! Se li disturbi troppo non si accoppiano bene o non covano o possono anche abbandonare le uova, specie se sono inesperti.

Le gabbie più sono grandi e meglio è, considera che più tempo stanno col padre e meglio è per la formazione dei piccoli.

la dieta: misto semi con poco o anche senza girasole, pastone per psittacidi a grani grossi, osso di seppia, saponetta di sali minerali, verdure assortite, se la mangiano anche la frutta (da evitare mela e lattuga e il mango che è velenoso). L'ideale sarebbe dare anche frutti selvatici come piracanta e sambuco arbustivo (attenzione a quello arboreo che è velenoso), inoltre erbe prative come centocchio bianco, portulaca selvatica e tarassaco, se la trovi anche erba medica purchè non trattata.

i nidi.....


Lutino x Ancestrale ottieni solo Verdi portatori di INO...nei Fischer la mutazione Lutina e la mutazione Opalina non sono sessolegate.

L'unica mutazione sessolegata è il Pale, da un maschio Pale nascono tutte femmine Pale e maschi portatori di Pale.

Pale Blu


Pale Verde e Blu


Per quel che riguarda i Pezzati, se sono pezzati dominanti ti nascono se uno dei due genitori è pezzato, se sono pezzati recessivi ti nascono se i genitori sono pezzato recessivo x portatore di pezzato recessivo oppure portatore di pezzato recessivo x portatore di pezzato recessivo

Da un Ancestrale e un Blu otterrai solo Verdi portatori di Blu. Da Verde portatore di Blu x Blu otterrai anche i Blu...e così via!


La coppia che ti hanno proposto verde scuro/blu x lutino/blu non è molto funzionale. Il Lutino è una mutazione considerata di pregio in Italia...quindi i Lutini andrebbero accoppiati con soggetti portatori di INO per far nascere altri Lutini o Albini. Dalla coppia che ti avevano proposto avresti avuto solo Verdi, Verdi Scuri, Blu, Cobalto tutti portatori di INO, ma nessun Lutino o Albino....quanto al prezzo 70 euro direi che sia buono se consideri che un Lutino in genere puoi arrivare a pagarlo sui 60 euro...

E' da vedere se erano soggetti coi documenti e se erano puri e di qualità! Purtroppo spesso con mutazioni alleliche come il Lutino (NSLino) e l'albino (NSLino blu) la purezza non è sempre scontata, e la qualità....non è proprio facilissimo trovare dei bei Lutini
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Mar Dic 10, 2013 8:29 pm

li consiglieresti ad un inesperto come me che ho solo una coppia di rosei come agapornis? pero ho altre specie Very Happy
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da Ospite il Mer Dic 11, 2013 12:29 am

i fischer assolutamente si anche perchè ad oggi sono la specie che sta diversificando il maggior numero di mutazioni con colori spesso veramente unici.
Ad uno inesperto invece sconsiglierei i personata...il mio vicino ha iniziato l'autunno scorso (2012) coi personata ma se non c'ero io ad aiutarlo...avrebbe già smesso dalla disperazione!
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Mer Dic 11, 2013 9:45 am

quali sarebbero gli accoppiamenti giusti da fare?
ho sentito dire che andando all'ufficio sequestri della forestale, questi vendono gli animali che hanno sequestrato (quindi anche i fisher) ad un prezzo basso e che te li vendono con tutta la regolamentazione regolare.. è vero o è una balla?
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da Ospite il Mer Dic 11, 2013 10:49 am

non è proprio così, gli animali sequestrati sono
animali non in regola o portati in Italia in modo irregolare. In questi casi l'ufficio CITES li sequestra e il possessore paga delle multe salatissime. In genere gli animali sequestrati non vengono affidati a privati ma ad enti, bioparchi o strutture affini, in ogni caso mai ad allevatori. Infatti per questi animali vige il divieto di riproduzione! Vengono regolarizzati, questo è vero, ma con un documento che regolarizza unicamente il possesso, una sorta di dichiarazione rilasciata dalla forestale che concede generalmente solo l'affido di un animale di cui non è attestabile la provenienza. La legge prevede però che in Unione Europea si possano riprodurre solo animali di cui è attestabile la provenienza da riproduzioni in cattività, mai e poi mai si possono riprodurre animali di cattura o di dubbia e non attestabile provenienza. Sicuramente se ad un allevatore vengono sequestrati animali in regola che però sono tenuti in condizioni pessime, in questo caso la riproduzione è concessa, ma per lo più la forestale si occupa di controllare che non ci siano irregolarità con le norme stabilite dal CITES sulla detenzione regolare...non si occupa prettamente di maltrattamenti o mancanza di condizioni igieniche.
Comunque, anni fa so per certo che questi animali sequestrati venivano affidati anche a privati che garantissero determinate condizioni di vita all'animale affidato, una mia amica prese in questo modo una scimmietta stupenda  (quelle piccole con la coda lunga e tutta ad anelli bianchi e neri) ma dopo poco tempo l'animale ha iniziato a spelacchiarsi e la forestale glielo ha portato via.
Oggi come oggi ai privati non vengono più affidati, ne parlavo proprio poco tempo fa con un mio amico che lavorava per la LIPU e ora lavora per l'ISPRA (l'ente che si occupa di fare i censimenti delle popolazioni selvatiche di uccelli sul suolo italiano) perchè volevo prendere un pappagallo di medio/grande taglia ma costano troppo e quindi mi era venuta la tua stessa idea...ma ad oggi gli animali sequestrati vanno in genere ai bioparchi, nel caso di fauna autoctona invece vengono direttamente liberati dopo un periodo di riambientamento in strutture riabilitative

Torno anche su un punto che ho citato prima, cioè la cessione in affido (questo è quello che succede ANCHE nel caso tu trovassi ad esempio un fischer o personata senza anello): in affido nel senso che viene rilasciato un documento in cui si concede di tenere quel detto animale di cui però il nuovo possessore non ne possiede l'effettiva proprietà. E' fatto assoluto divieto di riprodurre e/o vendere l'animale affidato dalla forestale! Inoltre...in base alla specie e alla sua condizione in natura (più o meno a rischio estinzione), potresti trovarti ad avere controlli saltuari mirati a capire in che condizioni viene tenuto l'animale affidato e che vengano rispettati i divieti imposti su un animale regolarizzato...cioè che non venga venduto e riprodotto. Sicuramente per un Fischer non faranno grandi controlli...ma per un Ara si. Comunque non puoi riprodurli pena una multa di 3900 euro e il sequestro dell'animale affidato ed eventuale progenie. Inoltre questa procedura che viene applicata nel caso tu ritrovi un animale da CITES senza anello, dubito fortemente venga applicata nel caso di animali che rientrino nell'allegato A del CITES, cioè le specie a maggior rischio estinzione.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Mer Dic 11, 2013 8:14 pm

ho capito.. quali sarebbero gli accoppiamenti consigliati? magari per avere una progenie di diversi colori Very Happy
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da Ospite il Gio Dic 12, 2013 12:25 am

dipende da cosa vuoi ottenere! Un offetto di nidiata multicolor puoi averla mettendo Cobalto con Verde Scuro portatore di blu, avresti piccoli blu, cobalto, malva, verdi, verdi scuri e oliva...ma puoi aumentare i colori se metti cobalto viola SF con verde scuro viola sf portatore di blu...oppure se metti un pezzato dominante ....e via dicendo
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Gio Dic 12, 2013 11:50 am

ma come prezzi delle singole mutazioni, sono variabili o sono tutti uguali?
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Gio Dic 12, 2013 5:41 pm

come si riconosce un fischer puro da uno con sangue di altri occhicerchiati?
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da Ospite il Ven Dic 13, 2013 2:18 pm

da "anomalie"
Le eumelanine nere ad esempio devono essere presenti nella maschera di Nigrigenis e Personata (con distribuzioni distinte in base alla specie), ma devono essere assenti nella maschera dei Fischer e dei Lilianae...se hai un soggetto che ha delle tracce di questo pigmento (nero/grigio) sulla maschera andando a definire una forma intermedia, allora sai che è un meticcio, oltre a questo, il bavaglio giallo nel fischer indica che è presente del DNA personata, e viceversa delle eccessive tracce di arancio nel bavaglio personata indicano tracce di DNA Fischer..vedi foto di Perso-Fischer di prima generazione


Ovviamente non è l'unico modo per riconoscere il meticciamento...nei Lutini è necessario andare ad osservare l'estensione della maschera e il colore del codrione per distinguere lutini delle diverse specie e per riconoscere eventuali lutini meticci..
In genere comunque quando si parla di meticci, ci si riferisce ai Perso-Fischer perchè i Lilianae e i Nigrigenis sono meno diffusi e più difficili da trovare, inoltre costano di più, questo comporta che per lo più siano in mano agli allevatori che se sono intelligenti li mantengono puri.

Ad ogni modo la forma più difficile di meticciamento da riconoscere è il Fischer meticciato con il Lilianae, in questi casi la taglia ridotta della progenie è l'indicatore principale di un eventuale meticciamento(i Lilianae sono abbastanza piccoli)
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Ven Dic 13, 2013 4:49 pm

ho trovato un allevatore che mi potrebbe cedere una coppia di fischer verdi entrambi /ino a 70€.. è tanto il prezzo? potrei ottenere dei lutino da questa coppia?
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da Ospite il Ven Dic 13, 2013 6:23 pm

70 euro la coppia è un prezzo più che onesto....se sono puri, se hanno i documenti in regola e se sono dei bei soggetti....è un prezzo anche basso. Hai il problema che da due portatori di NSLino avrai il 25% di lutini (nella realtà la probabilità di avere i lutini è più bassa...attorno al 10/15%), il 50% di verdi portatori di NSLino e il 25% di verdi non portatori...non avrai nessun modo per capire se i figli verdi saranno portatori o no di NSLino.

Di fronte alle mutazioni recessive, l'ideale è sempre fare mutato x portatore della stessa mutazione, così avrai solo figli mutati e figli portatori
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Ven Dic 13, 2013 6:36 pm

lo so che l'ideale sarebbe fare portatore x mutato pero lui ha solo portatori.. di mutato ne ha solo 1 ma è allevato a mano e vuole 70€ solo per quello..
i soggetti erano con documenti in regola..
quindi 70€ la coppia è il prezzo minimo che posso trovare per i verdi? i blu costano di piu?

so che i lutino e gli albino costano molto.. un allevatore mi aveva proposta 1 soggetto viola a 150€ e sono rimasto cosi  Shocked 
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da Ospite il Ven Dic 13, 2013 10:43 pm

nei Fischer un verde può costare da un minimo di 25 euro a un massimo di 50, dipende dalla qualità del soggetto....150 euro per un viola è impossibile! la forma più costosa di viola è il Cobalto Viola Df e costa 80/90 euro...forse era un pezzato cobalto viola df...allora andrebbe bene 150 euro...


I verdi portatori di NSLino dovrebbero costare sui 30/40 euro minimo...perchè paghi anche il valore della mutazione portata! Bada che non siano consanguinei però
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Sab Dic 14, 2013 10:41 am

nel mio caso i 2 verdi /ino erano consanguinei, della stessa nidata.. c'è un modo per vedere se un verde è /ino o /blu nei fischer o vale la stessa regola dei rosei per cui non si puo vedere?
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da Ospite il Sab Dic 14, 2013 1:29 pm

no
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: domande sui fisher

Messaggio Da giammy il Sab Dic 14, 2013 5:09 pm

far accoppiare tra loro fratello e sorella in I generazione, puo portare dei rischi gravi?
avatar
giammy
Nuovo arrivato

Maschio
Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum